Isolamento acustico Residenze Giardini D’inverno con Aetolia & Simoncini Rappresentanze sr3.it

Senza categoria

Giardini d’Inverno è il primo edificio a Milano che risulta classificato acusticamente. Questo vuol dire che gli inquilini godranno del massimo comfort acustico grazie a un sistema di isolamento sia dall’esterno che tra le unità immobiliari.

Il materassino anticalpestio utizzato è Aecosilent Over di Aetolia realizzato in gomma ad alta densità sp 3 mm e agglomerato di gomma piuma 5 mm.

Gli appartamenti saranno protetti dal rumore esterno grazie a facciate ad elevato isolamento acustico. I solai fonoisolanti impediranno la presenza di disturbo da rumore tra le unità abitative e limiteranno la propagazione dei rumori dovuti agli urti e al calpestio. Le pareti divisorie tra gli alloggi, anch’esse fonoisolanti, garantiranno comfort acustico e privacy assoluta.

Particolare attenzione è stata riservata all’insonorizzazione degli impianti meccanici e idrico-sanitari, i cui rumori non saranno percepibili all’interno delle abitazioni.

Annunci
Pannello resina fenolica isolante

Pannello in Resina isolante Fenolica SUPERCEL

Resina isolante fenolica

Buon giorno,

Oggi Vi presentiamo un pannello già molto apprezzato in campo industriale grazie alle sue caratteristiche di stabilità dimensionale e resistenza al fuoco, il pannello in resina Fenolica si colloca da protagonista anche nell’edilizia civile beneficiando di molti aspetti essenziali e importanti come la sua struttura a celle chiuse che garantisce assenza di infiltrazioni d’aria, resistenza sia all’umidità che al vapore acqueo e lambda molto performante (0,021 W/mk).

caratteristiche tecniche resina fenolica

Una caratteristica che lo rende molto interessante è soprattutto la sua elevata resistenza al fuoco: può vantare infatti una Euroclasse di reazione al fuoco B s1 d0 – garantendo così la massima resistenza al fuoco per materiali sintetici (non alimenta le fiamme ed è in grado di auto estinguersi) garantendo la non emissione di fumi tossici.

GUARDA IL VIDEO SUL COMPORTAMENTO AL FUOCO

Facile da maneggiare ed installare, è un materiale non fibroso che non genera spolverio, utilizzabile anche per sistemi di rivestimento a secco ed è ideale per nuove costruzioni e ristrutturazione di edifici pre-esistenti. Viene prodotto senza l’impiego di CFC (cloroflurocarburi) e di HCFC (idrocloro- flurocarburi) che hanno effetti dannosi sullo strato di ozono.

area impiego resine isolanti

 

convegno presso ordine ing milano

CONVEGNO PRESSO FONDAZIONE ORDINE INGEGNERI MILANO, ARGOMENTI TRATTATI : #LINEAVITA #RESINEISOLANTI #ACUSTICA #CAPPOTTO #TETTO #SICUREZZA #ISOLAMENTO #TERMICA

Isolamento acustico, linea vita, Resina isolante fenolica

Un grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento che mirava a sensibilizzare la progettazione su aspetti quali la sicurezza e le nuove frontiere acustiche / termiche presenti nel campo edile. Con parte dei fondi raccolti siamo riuscì anche a donare una quota alla cooperativa Internazionale Onlus Coopi per aiutare i bambini in fuga dalla crisi siriana.
Grazie!!!

isotec parete posa in opera

ISOTEC PARETE BLACK CLASSE REAZIONE AL FUOCO B S2

sistema isotec

Pannello per l’isolamento termico di facciate ventilate con classe di reazione al fuoco B-s2, d0Il sistema ISOTEC® PARETE BLACK è composto da un pannello isolante in poliuretano espanso rigido PIR autoestinguente con un rivestimento minerale ignifugo che conferisce al lato esterno la caratteristica colorazione antracite. Anche il correntino in acciaio è progettato nella tonalità brunita coordinata al pannello, per garantire un ottimo effetto estetico, opaco, senza riflessi.

ISOTEC® PARETE BLACK si utilizza sia in caso di nuove costruzioni sia nei recuperi e ristrutturazioni e di miglioramento prestazionale di edifici esistenti.

Fissando il pannello alla superficie esterna della struttura portante (murature in blocchi di laterizio o calcestruzzo, strutture in acciaio o legno) tramite tasselli o viti di ancoraggio passanti attraverso il correntino, si ottiene un sistema isolante a cappotto continuo e portante su cui applicare innumerevoli tipologie di rivestimento esterno, sia leggere che pesanti (tavelle in cotto, lastre in fibrocemento, lastre in cemento, lastre in pietra, lastre ceramiche, rivestimenti in legno, rivestimenti metallici, ecc.).

La camera d’aria ventilata che si viene a creare tra isolante e rivestimento grazie allo spessore del correntino asolato, consente di ridurre al minimo il surriscaldamento estivo della parete e limita i rischi di fenomeni di condensazione nel periodo invernale.

ISOTEC ® PARETE BLACK, come tutti i sistemi della famiglia Isotec, è caratterizzato da un’estrema semplicità di posa che riduce notevolmente i tempi di esecuzione, abbattendo i costi.

Inoltre il sistema standard o BLACK, è idoneo ad essere applicato su tutte le tipologie di struttura portante e compatibile con tutti gli elementi di rivestimento.

La materia di cui è composto, il poliuretano, garantisce una costante ed elevata prestazione isolante nel tempo, ottimizzando i costi ed il comfort.

http://www.sr3.it

isotec parete

Finestre per tetti piatti DXW progettate per camminare liberamente sulla sua superficie

Finestra da tetto Fakro

Finestre per tetti piatti DXW progettate per camminare liberamente sulla sua superficieLo sviluppo dei materiali e delle tecnologie nel settore edile consentono di costruire edifici con tetti piatti.

In questo tipo di architettura, accade spesso che all’interno dell’edificio si trovano vani per quali non è possibile usare finestre da tetto standard. Ogni stanza dovrebbe poter offrire una fonte di luce naturale per rendere confortevole l’abitabilità. Una soluzione ideale in questi casi è l’installazione di prodotti appositamente progettati per tetti piatti.

Finestre per tetti piatti DXW progettate per camminare liberamente sulla sua superficieNel 2015 è stata introdotta nel mercato la finestra per tetti piatti DXW la quale, grazie alla particolare costruzione con capacità di carico maggiori ed un rivestimento antiscivolo, assicura la possibilità di camminare liberamente su tetti piatti e su terrazze. Dato che la superficie delle finestre DXW risulta essere allo stesso livello della superficie della copertura, queste finestre contribuiscono a creare uno spazio sicuro in terrazza, aumentando la superficie utilizzabile, senza interferire negativamente con l’estetica della costruzione. Permettono quindi di ottenere una superficie del tetto perfettamente piatta e pertanto sono una soluzione ideale per quei tetti piatti che vengono utilizzati come terrazze o giardini pensili, pur mantenendo le proprietà peculiari della finestra da tetto.

La finestra tipo DXW, composta da una costruzione rinforzata, un rivestimento antiscivolo ed un vetrocamera di sicurezza con vetro esterno laminato, è un prodotto che permette di camminare liberamente ed in totale sicurezza sulla superfice del tetto.

La finestra DXW sarà disponibile a partire dal 2° semestre del 2015.

COSTRUZIONE

Finestre per tetti piatti DXW progettate per camminare liberamente sulla sua superficie

Il telaio della finestra per tetti piatti è realizzato con profili multicamera in PVC parzialmente realizzati con materiali riciclabili. La superficie interna dei telai è bianca. Il materiale in cui sono realizzati i profili si caratterizza per l’alta resistenza agli acidi ed il basso assorbimento di umidità, pertanto la finestra può essere installata in qualsiasi tipologia di vano.

L’interno dei profili è riempito di materiale termoisolante, un dettaglio che migliora ulteriormente i parametri del prodotto. Gli elementi di lattoneria aggiuntiva, applicabili sopra l’impermeabilizzante, facilitano la rifinitura del collegamento delle finestra con la copertura del tetto. La finestra è dotata di un doppio vetrocamera contraddistinto da un coefficiente di trasmittanza termica Ug= 0,5 m2/K.

FUNZIONALITÀ

La finestra, grazie alla sua speciale costruzione rinforzata ed al rivestimento antiscivolo, è idonea al camminamento sulla superfice del tetto. Questa caratteristica è molto importante in corrispondenza di terrazzi o tetti utilizzabili, nei quali la superficie della finestra è posizionata allo stesso livello della superficie della copertura e permette di camminare liberamente ed in totale sicurezza sia sulla superfice del tetto (o terrazza) che sulla finestra. Il tutto mantenendo lineare e senza dislivelli e d conseguenza anche esteticamente apprezzabile l’elemento costruttivo. Questa soluzione migliora notevolmente la vivibilità del tetto e della terrazza.
La particolare costruzione della finestra consente il montaggio degli accessori interni.
Nella versione standard la finestra DXW include i profili di fissaggio del cartone catramato o di altro materiale di copertura sotto gronda del telaio, facilitando la finitura del collegamento tra la finestra e la copertura del tetto.
Il compito della finestra è quello di fornire luce all’interno degli edifici con tetti piatti.

SICUREZZA

La finestra tipo DXW, grazie alla sua speciale costruzione rinforzata, al rivestimento antiscivolo ed al vetrocamera di sicurezza con vetro esterno laminato, è idonea per camminare liberamente ed in totale sicurezza sulla superfice del tetto.

RISPARMIO

Le finestre per tetti piatti sono state progettate per ridurre al minimo la perdita di calore negli edifici.
L’interno dei profili è riempito di materiale termoisolante il quale migliora ulteriormente i parametri del prodotto.
La finestra DXW è dotata di un doppio vetrocamera con un coefficiente di trasmittanza termica Ug=0,5 m2/K.

FONDAZIONE GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI MILANO

Isolamento acustico, linea vita, sistema isotec

Iscriviti clicca qui

Coperture: progettare sistemi anti caduta, l’isolamento termico ed acustico per il comfort abitativo, il risparmio energetico e la manutenzione in sicurezza.

Marchiatura delle scale da soffitta FAKRO

scala retrattile

Al fine di migliorare la sicurezza e l’identificazione del prodotto, da inizio 2015 sono state apportate modifiche alla marcatura delle scale da soffitta:

  • Monitoraggio della linea di produzione – per mantenere un alto livello di qualità della produzione partendo dal totale controllo del processo di produzione di ogni singolo pezzo di scale.
  • Modifica della codifica mediante targhetta identificativa – introduzione di ulteriori dati i quali permettono l’identificazione di un singolo pezzo di scale in un lotto di produzione.

Monitoraggio della linea di produzione
L’implementazione del sistema di monitoraggio della linea di produzione ha lo scopo di mantenere alta la qualità della produzione attraverso il controllo completo del processo di produzione di ogni singola unità di scale. Ogni prodotto che uscirà dalla linea produttiva delle scale da soffitta sarà dotato di un numero univoco stampato a fuoco sulla targhetta identificativa, questo permetterà di monitorare le varie fasi di produzione, e di conseguenza di controllare la qualità e la completezza.
Il monitoraggio delle singole fasi di produzione sarà possibile attraverso un sistema di telecamere che registrano le fasi fondamentali dell’assemblaggio nella linea di produzione. Le immagini catturate dalle telecamere saranno archiviate nel database di produzione e l’accesso ad esse sarà possibile, tra l’altro, in caso di contestazioni.

IMMAGINI DELLA TELECAMERA
1 2 3 4

Foto 1. Monitoraggio delle singole fasi di produzione attraverso un sistema di telecamere.

Modifica della codifica sulle targhette identificative
La figura mostra il nuovo modo di codifica dei dati sulla targhetta identificativa delle scale. Il campo data verrà riportato in modo diverso. In aggiunta verrà posto un numero progressivo, unico per ogni pezzo di scala.
La targhetta verrà apportata a fuoco all’interno, frontalmente sul lato più corto della botola, sul lato superiore a sinistra, come indicato nella informazioni: 02/DZP/SCH/14/56I.

Fig. 1. Targhetta identificativa.

In considerazione del fatto che è stato introdotto nuovo modo di codifica della targhetta identificativa in futuro cambierà anche l’etichetta di produzione, dove verranno introdotti ulteriori codici a barre che codificano le informazioni univoche di ogni pezzo di scala.
Inoltre la codifica colore, corrispondente ad un particolare gruppo di scale p.es. verde per le scale LWS Plus/Smart verrà tolta per unificare l’aspetto e migliorare l’estetica delle etichette di produzione.

A – Tipo di scala ed altezza massima del vano in cui le scale possono essere installate.

B – Dimensione commerciale.

C -Codice articolo, Codice a barre EAN, indirizzo del sito www FAKRO.

D – Peso e volume delle scale, Dimensioni effettive delle scale. Pittogramma delle scale.
E – Altre informazioni p.es.: Logo FSC (per le scale con certificato FSC) Codici a barra univoci per ogni pezzo di scale.

Fig. 2. Nuova etichetta di produzione.

Richiesta di assistenza – identificazione delle scale
In caso di richiesta di assistenza devono essere comunicati i dati che si trovano sulla targhetta identificativa delle scale. Questi dati insieme alla descrizione del problema devono essere inviati a FAKRO. Dato che i guasti segnalati possono riguardare diversi periodi di produzione, vi riportiamo di seguito le targhette utilizzate nei vari anni.

Nuova targhetta identificativa introdotta il 1 gennaio 2015.
Numero, che deve essere specificato durante la richiesta di assistenza:
863817 4910 06 3198-123
Targhetta identificativa utilizzata da luglio 2014 al 31 dicembre 2014
Numero, che deve essere specificato durante la richiesta di assistenza:
67131 4132 06 1938
Targhetta identificativa utilizzata da 2009 al luglio 2014
Numero, che deve essere specificato durante la richiesta di assistenza:
67131 4132 06 1938
Targhetta identificativa utilizzata nei anni 2006-2008 – informazioni stampate sull’adesivo in alluminio
Numero, che deve essere specificato durante la richiesta di assistenza:
671116001
Targhetta identificativa utilizzata fino all’anno 2006 – informazioni stampate sull’adesivo di carta

Numero, che deve essere specificato durante la richiesta di assistenza:
672114073

Cambiamento del coefficiente Uw della finestra FTT con avvolgibile esterno ARZ installato

Finestra da tetto Fakro

Qui di seguito presentiamo i risultati di test ed analisi sull’impatto dell’avolgibile esterno ARZ relativamente al coefficiente di trasmittanza termica (Uw) della finestra FTT U8 con raccordo EHV-AT.
Descrizione del test e risultati:

  • I calcoli dei coefficienti di trasmittanza termica sono stati effettuati sulla base delle norme: PN-EN ISO 10077-1:2007, PN-EN ISO 10077-2:2005.
  • Il coefficiente Uw per le finestre FAKRO FTT U8 con raccordo EHV-AT Thermo è stato determinato da ITB Building Research Institute e pubblicato nel rapporto “Valutazione della finestra da tetto FAKRO tipo FTT U8 Thermo con raccordo di tenuta EHV-AT Thermo basato sulla ricerca”.
  • Il calcolo dei coefficienti Uw della finestra sopra indicata con avvolgibile esterno ARZ è stata effettuata dal dipartamento Ricerca & Sviluppo FAKRO.
  • Per la finestra FTT U8 con raccordo EHV-AT Thermo nella dimensione 114×140 il coefficiente èUw = 0,57 W/m2K. L’installazione dell’avvolgibile esterno su questa finestra migliora il coefficiente di circa di 9%, a Uw = 0,52 W/m2K

I risultati dettagliati dei test:
Il coefficiente di trasmittanza termica (Uw) della finestra FTT U8 con raccordo EHV-AT Thermo e con avvolgibile esterno ARZ installato è migliore circa di 10% rispetto alla finestra con il solo raccordo.
La tabella seguente riporta i risultati del test sul coefficiente di trasmittanza termica della finestra (Uw):

No. Codice dimensione Dimensione della finestra Uw per la finestra FTT U8 con raccordo EHV-AT [W/(m2K)] Uw per la finestra FTT U8 con raccordo EHV-AT ed avvolgibile esterno ARZ [W/(m2K)] Miglioramento [%]
1 02 55 x 98 0,73 0,65 11,00%
2 03 66 x 98 0,70 0,62 11,00%
3 04 66 x 118 0,68 0,61 10,00%
4 05 78 x 98 0,67 0,60 11,00%
5 06 78 x 118 0,65 0,58 11,00%
6 07 78 x 140 0.63 0,57 10,00%
7 08 94 x 118 0,62 0,56 10,00%
8 09 94 x 140 0,60 0,55 8,00%
9 10 114 x 118 0,59 0,54 8,00%
10 11 114 x 140 0,57 0,52 9,00%
11 13 78 x 160 0,62 0,57 8,00%
12 14 66 x 140 0,67 0,60 10,00%
13 15 94 x 98 0,64 0,57 10,00%
14 16 55 x 118 0.72 0,65 10,00%
15 20 114 x 98 0.62 0,55 11,00%
16 17 134 x 140 0,56 0,51 9,00%
17 18 134 x 118 0,57 0,52 9,00%
18 80 94 x 160 0,59 0,54 8,00%

Tab. 1. Riassunto dei risultati del test sul coefficiente di trasmittanza termica della finestra.

Nuova edizione del concorso – FAKRO Inspires space for new vision

Finestra da tetto Fakro

È stata presentata la nuova edizione del concorso internazionale per architetti

”FAKRO inspires space for new visions”.

Il Gruppo FAKRO, in collaborazione con A10 – una delle più autorevoli testate d’architettura europee, ha l’onore di invitare architetti ed interior designer di tutto il mondo a partecipare al Concorso Internazionale di Design.

Vinci fantastici premi!

Maggiori dettagli inerenti il concorso e le modalità di partecipazione sono reperibili sul sito http://www.fakro.com

Progetti delle precedenti edizioni del concorso:

http://www.fakro.it/architetti/concorso-per-architetti/galleria-dei-progetti/

DXW FAKRO – finalmente la finestra su cui puoi camminare

Finestra da tetto Fakro

Il nuovo serramento per tetti piatti DXW presenta una robustezza straordinaria che ne consente la calpestabilità.

Dotato di una robustezza straordinaria, in virtù della sua costruzione rinforzata, nonché di rivestimento antiscivolo e di vetro esterno laminato, il modello DXW è la soluzione ideale per tetti piatti che vengano utilizzati anche come terrazze: su questa finestra, progettata miratamente per tali casistiche, è infatti possibile camminare liberamente e in totale sicurezza.

Mirabile connubio di appeal accattivante e tecnologia d’avanguardia, questo serramento offre una luminosità d’eccezione: grazie ai profili appositamente progettati, ha infatti una superficie vetrata molto ampia. La finestra DXW garantisce inoltre elevati parametri termoisolanti: autentica evoluzione del prodotto tradizionale con cupola, è infatti dotata di un doppio vetrocamera con vetro stratificato esterno e contraddistinto da un coefficiente di trasmittanza termica Ug = 0.5 m2/K.

Proposto in otto dimensioni standard (nei limiti da 60×60 a 120×120), il nuovo modello per tetti piatti FAKRO è contraddistinto da un telaio con profili multicamera in PVC ed inserti di materiale termoisolante; altamente resistenti agli acidi e caratterizzati da un basso assorbimento di umidità, tali profili fanno sì che questo serramento possa essere installato in qualsiasi vano.

La gamma si completa con gli stessi accessori interni del modello “F”